Contesto e Beneficiari

Il .

Ubicazione:

Slovakia, Italy, Cyprus, Spain, Greece, Portugal and Ireland.

Beneficiari:

Disoccupati di lungo periodo;
Lavoratori a Basse Capacità.

Contesto:

In un mondo dove la domanda (la richiesta) di risorse, limitate e sempre più scarse, e la concorrenza per approvvigionarsele continuano ad aumentare causando in crescente degradi ambientale, l’Europa, mediante in uso migliore e più razionale di tali risorse, potrà trarne vantaggi sua dal pinto di vista economico che di salvaguardia dell’ambiente. Dalla “Rivoluzione Industriale” le nostre economie hanno sviluppato un modello di crescita “lineare” : ”prendi-produci-consuma-smaltisci” basato sul presupposto che le risorse siano abbondanti, disponibili, facili da reperire ed economiche da smaltire. I risultati di questo tipo di economia sono ben noti in tutta Europa e ne minacciano la competitività. Il passaggio ad una economia “circolare” è necessario per l’attuazione dell’Agenda per l’efficienza delle risorse, istituita dalla Strategia UE 2020, per una crescita intelligente, sostenibile, inclusiva. Un’economia circolare offre l’opportunità di reinventare la nostra economia rendendola competitiva e salvaguardando l’ambiente. Con questo nuovo piano la CE sta ottenendo risultati positivi e incoraggianti nel consumo di risorse, aumentando il riciclaggio dei rifiuti. Risultati migliori e più durevoli sono a portata di mano e possono portare a grandi vantaggi economici e ambientali. La Commissione Europea ha adottato un nuovo e ambizioso pacchetto di misure e proposte legislative sull'economia circolare per rafforzare la competitività, creare posti di lavoro e generare una crescita sostenibile. La sua attuazione potrebbe creare oltre 180.000 posti di lavoro nell'UE entro il 2030, oltre a i 400.000 posti di lavoro stimati che saranno creati dall'attuazione della legislazione sui rifiuti in vigore. Porterà a soddisfare tra il 10 e il 40% della domanda di materie prime nell'UE, contribuendo al contempo al raggiungimento dell'obiettivo per il 2030 di ridurre le emissioni di gas a effetto serra del 40%.

In questo contesto, il progetto CICLO prevede lo sviluppo di un ecosistema di mercato del lavoro di Economia Circolare interattivo online e di una mappatura delle abilità. CICLO fornisce anche un pacchetto di apprendimento verso i disoccupati di lungo periodo e I lavoratori a basse capacità, per equipaggiarli con abilità professionali di base dell’economia circolare correlate alla gestione del riciclo, alle opportunità di riutilizzo e ri-produzione, allo sviluppo della “servitization” (servizi piuttosto che prodotti), in modo tale da accedere al mercato del lavoro o migliorare la propria posizione al suo interno.

Visit www.betroll.co.uk the best bookies